Sicilia, Musumeci “noi difendiamo salute pubblica. Governo ammassa migranti in luoghi anti Covid”

Lettura 1 min

Ad ora nessuna soluzione in vista per gli hot spot siciliani. “Tra qualche ora ci rivolgeremo alla magistratura, ed è triste e disarmante constatare come due articolazioni dello Stato, governo centrale e governo regionale, debbano ricorrere alla magistratura per riaffermare un diritto sacrosanto che e’ il diritto alla salute”.

Lo ha detto a Start, su Sky TG24, il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci, parlando dell’ordinanza di sgombero dei centri di accoglienza emanata dalla Regione. “Noi – ha aggiunto il governatore – non ci occupiamo di migranti, è una competenza del governo centrale e siamo d’accordo, ma io sono l’autorità sanitaria in Sicilia e sono soggetto attuatore dell’emergenza Covid. Ho il dovere di prendere atto che i luoghi dello Stato in cui il governo centrale ammassa centinaia di esseri umani sono al di fuori di ogni norma anti Covid”.

“Il governo tace da 48 ore – ha detto ancora Musumeci – c’è silenzio assoluto”.

(red)

Servizio Precedente

Ora è certo: con idrossiclorochina 30% morti in meno per Covid

Prossimo Servizio

Ultimi giorni per Azzolina come ministro? Commissariata da Conte 20 giorni prima dell'inizio scuole. Si va verso rimpasto