Scuola. Necessario “Registro dei contatti alunni e personale”

Lettura 1 min

di Davide Parente – Identificare un referente scolastico per il Covid-19 adeguatamente formato, tenere un registro degli eventuali contatti tra alunni e/o personale di classi diverse, richiedere la collaborazione dei genitori per misurare ogni giorno la temperatura del bambino e segnalare eventuali assenze per motivi di salute riconducibili al Covid-19.

Sono alcune delle raccomandazioni contenute nel rapporto “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”, come riporta l’agenzia di ITALPRESS, messo a punto da ISS, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione, INAIL, Fondazione Bruno Kessler, Regione Veneto e Regione Emilia-Romagna, che contiene anche i comportamenti da seguire e le precauzioni da adottare nel momento in cui un alunno o un operatore risultino casi sospetti o positivi.”Questo documento e’ il frutto di un impegno condiviso tra molte isti tuzioni nazionali e Regioni e Province Autonome.

La necessità di riprendere le attività scolastiche e’ indicata da tutte le agenzie internazionali, tra le quali l’Oms, come una priorita’ ed e’ tale anche per il nostro Paese- commenta il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro -. Pertanto, in una prospettiva di possibile circolazione del virus a settembre e nei prossimi mesi, e’ stato necessario sviluppare una strategia nazionale di risposta a eventuali casi sospetti e confermati in ambito scolastico o che abbiano ripercussioni su di esso, per affrontare le riaperture con la massima sicurezza possibile e con piani definiti per garantire la continuita'”.

Servizio Precedente

Zaia e Zingaretti: solo test facoltativi per chi sbarca da Sardegna. Allarme già finito?

Prossimo Servizio

Cina: inchiesta Australia su origine Virus è "un insulto"