Scozia, urne aperte. Determinante il voto scozzese

Lettura 2 min

Urne aperte da stamattina in numerosi territori della Gran Bretagna dove circa 48 milioni di aventi diritto sono chiamati al voto per una tornata di elezioni amministrative che la Bbc ha ribattezzato all’americana “Super Giovedi’”. Si tratta di un test importante per il governo Tory di Boris Johnson, dopo oltre un anno di emergenza Covid, ma anche per la zoppicante opposizione laburista di Keir Starmer e soprattutto per la Scozia: dove gli indipendentisti dell’Snp, guidati dalla first minister locale, Nicola Sturgeon, puntano a rafforzare ulteriormente il loro primato e possibilmente ad agguantare la maggioranza assoluta nella corsa per il rinnovo del Parlamento di Edimburgo, in modo da cercare di dare slancio alla sfida per ottenere quel referendum bis post Brexit sulla secessione da Londra che al momento il governo Johnson si rifiuta risolutamente di concedere. Le urne saranno aperte fino alle 22 locali (le 23 in Italia) e lo spoglio avverra’ poi territorio per territorio, con i risultati attesi in larga parte sabato, a 48 ore di distanza. In Scozia e Galles votano pure i 16enni. Alcune consultazioni erano previste per il 2021, altre vengono (come quella per il Municipio di Londra) vengono recuperate dopo essere state rinviate nel 2020 causa pandemia. 

In Scozia si dovranno eleggere 129 membri del Parlamento locale di Holyrood, a Edimburgo, mentre e’ importante pure il rinnovo dell’assemblea del Galles (detta Senedd) dove i seggi in palio sono 60 e dove il Labour difende il suo tradizionale primo posto. In Inghilterra sono in palio invece 143 consigli locali e le poltrone di 13 sindaci: incluso quello di Londra in una corsa che vede il laburista Sadiq Khan, figlio d’immigrati pachistani, stra-favorito per la conferma sul maggiore sfidante, Shaun Bailey, d’origine familiare caraibica e primo candidato conservatore alla guida della capitale proveniente da una minoranza etnica. Previsto pure il voto suppletivo per l’elezione di un deputato nazionale alla Camera dei Comuni nel collegio di Hartlepool (Inghilterra nord-orientale), lasciato vacante mesi fa dal laburista Mike Hill, travolto accuse di molestie sessuali: un seggio blindato per il Labour da 57 anni, ma nel quale stavolta il candidato del partito di Starmer, Paul Williams, potrebbe essere superato dalla rivale Tory, Jill Mortimer.

Photo by Alana Harris 

Servizio Precedente

A giugno vaccino in farmacia

Prossimo Servizio

Calcio, debiti e assembramenti, figli di un dio maggiore o figliastri

Ultime notizie su Cronaca