SBARRA (CISL) : CORRESPONSABILITÀ NELLE SCELTE DI SVILUPPO DEL PAESE

25 Novembre 2023
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Il segretario generale della CISL Luigi Sbarra ha partecipato all’ assemblea organizzativa della sezione lombarda del sindacato.
Ed è proprio da quello che ha definito motore della crescita del paese che Sbarra ha voluto lanciare un appello per una nuova fase delle relazioni sindacali, una fase non più di mera contrapposizione ma di corresponsabilità.

“Grazie alla Cisl Lombardia per aver mantenuto vivi i valori che per la nostra confederazione sono e saranno sempre fondamentali. Un esempio di sindacalismo dinamico, innovativo, riformista, partecipativo nella Regione che rappresenta il cuore produttivo del Paese”. E’ quanto ha sottolineato il Segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra oggi a Milano intervenuto a conclusione dei lavori dell’Assemblea Organizzativa della Cisl Lombardia ricordando che questi i valori “innerveranno la nostra manifestazione di sabato a Roma. Saremo in piazza per ribadire i punti da cambiare della Legge di Bilancio e per dire che va aperta una fase nuova di corresponsabilità sociale nella definizione delle politiche di sviluppo del Paese” ha ribadito. Quando ci dicono che ci sono poche risorse a disposizione per cambiare la manovra- ha poi osservato – rispondiamo che questo problema reale non può essere visto con rassegnazione: si intervenga con una vera lotta ad evasione ed elusione fiscale, con un contributo di solidarietà da richiedere alle grandi multinazionali, con l’incremento del prelievo sulle grandi rendite finanziarie e immobiliari”.

Oltre alla manifestazione organizzata dalla Cisl per il 25 novembre, Sbarra ha voluto ricordare altre due date importanti per la confederazione di Via Po: il 28 novembre, giorno in cui la Cisl depositerà in Parlamento le firme raccolte sulla proposta di legge per la partecipazione dei lavoratori alle scelte e ai profitti d’impresa ed il 5 ed il 6 dicembre a Roma per l’Assemblea organizzativa nazionale.


“Il 28 novembre depositeremo in Parlamento le firme raccolte in questi mesi per consentire ai lavoratori di entrare nella governance aziendale: la più grande riforma che si possa dare all’Italia per organizzare il lavoro in maniera dinamica e flessibile, per elevare salari e produttività, per arginare delocalizzazioni e pirateria industriale, aumentare la sicurezza nelle linee produttive e dare un impulso forte a ricerca, innovazione, formazione”, ha ricordato. Ed in merito alla due giorni che vedrà la Cisl impegnata per l’Assmblea Organizzativa nazionale ha concluso ricordando come l’obiettivo della Cisl sia quello di un “rinnovamento tangibile della nostra infrastruttura umana, organizzativa e strumentale. A cominciare dalle donne, dai giovani, dai migranti, da tutti coloro che possono arricchire la Cisl, puntando su proselitismo e servizi, Contrattazione e Bilateralità, Partecipazione e Produttività”.

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Renzi: “Vedrei bene Draghi presidente del Consiglio europeo. La maggioranza Giorgia non esiste più e ci sarà di nuovo la maggioranza Ursula”

Prossimo Servizio

Gadda (IV) con agricoltori Cia a Ravenna. “Servono risorse e tempi certi per il popolo operoso della Romagna”

Ultime notizie su Cronaca

TornaSu