Russi usano proiettili al fosforo a Marinka

Lettura 1 min

“I russi hanno usato di nuovo proiettili al fosforo oggi a Marinka”, ha denunciato su Telegram il capo dell’amministrazione militare della regione di Donetsk, Pavel Kyrylenko. Una dozzina di incendi causati da questi proiettili sono stati localizzati e tenuti sotto controllo dal personale del National Emergency Situations Service. Le armi al fosforo sono armi incendiarie il cui uso è proibito contro i civili, ma non contro obiettivi militari, in base a una Convenzione firmata nel 1980 a Ginevra. Il 25 marzo la Russia ha negato qualsiasi violazione del diritto internazionale dopo essere stata ripetutamente accusata dall’Ucraina di aver utilizzato tali munizioni nel contesto della sua offensiva. “Sono state bombardate anche le città di Georgievka, Novokolinovo e Otcheretino”, ha aggiunto Pavel Kyrylenko, senza fornire dettagli sulle munizioni utilizzate. “Nessuna vittima civile, ma diverse case sono state danneggiate”, ha concluso. 

Nella foto come si presenta un attacco con armi al fosforo

Servizio Precedente

Colloqui riprendono domani. Mosca chiede la “liberazione totale del Donbass”

Prossimo Servizio

Liguria, dietrofront su stop sanzioni a Russia per Crimea

Ultime notizie su Cronaca