Prossimo passo dopo la pandemia: riforma Titolo V, ovvero togliere potere alle Regioni

Lettura 1 min

“Sono convinto che non ci sia nulla di male a parlare di una riforma nuova del Titolo quinto, di cercare anche, dopo un po’ di anni, di capire cosa ha funzionato e cosa no e parlare mettendo al centro la questione delle materie concorrenti, soprattutto parlare di scuola e sanità che rappresentano i nostri pilastri di democrazia, la nostra unità nazionale. Se si apre questo dibattito mi trova d’accordo, fermo restando che questo è il momento in cui il nostro Paese deve resistere, deve essere solidale, deve stringersi intorno alla situazione difficile che stiamo vivendo”. Lo ha affermato il presidente della Camera, Roberto FICO, ospite di ‘Titolo quinto’ su Raitre. “Lo Stato centrale può riprendersi qualche competenza -ha aggiunto- dobbiamo dibatterne anche per fare un’analisi seria di quello è stato fino adesso senza sparare sentenze in questo momento”. 

Servizio Precedente

La lettera dei medici cremonesi alla sanità lombarda. Piano di guerra per non soccombere

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Val Trebbia, Comune di Ottone mette barriere di cemento per chiudere accesso a seconde case da zone rosse