Pippo Franco, candidato con Michetti a Roma e la denuncia per Green pass falso?

5 Ottobre 2021
Lettura 1 min

Pippo Franco? Non so niente. Non l’ho sentito e non so assolutamente nulla. Noi abbiamo migliaia di candidati quindi non so neanche di cosa stiamo parlando”. Lo ha detto il candidato sindaco di Roma per il centrodestra, Enrico Michetti, interpellato nel corso di una conferenza stampa al suo comitato, in merito all”inchiesta su presunti Green Pass falsi, in cui sarebbe stato coinvolto Pippo Franco, candidato nella lista civica di Michetti. 

Accertamenti sono intanto corso sulla regolarità di decine di green pass, tra cui quello del comico Pippo Franco, nell’ambito di un’inchiesta della procura di Roma. Nel registro degli indagati è stato iscritto un medico, un odontoiatra, che ha uno studio in zona Colli Albani, perquisito nelle scorse settimane. Il medico è ritenuto responsabile di aver rilasciato certificazioni mediche necessarie per ottenere il green pass ad alcuni suoi clienti che in realtà non si erano vaccinati. Nel corso della perquisizione disposta nell’ambito dell’indagine per falso sono stati acquisiti ricette mediche, documenti sanitari ed elenchi dei pazienti.

Se venissero confermate le notizie relative a presunti Green pass falsi sarebbe gravissime. Auspico che si faccia subito chiarezza su questa vicenda”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanita’ e Integrazione Sociosanitaria, Alessio D’Amato riferendosi alla notizia de Il fatto Quotidiano secondo cui anche l’attore C’e’ anche il Green pass di Pippo e’ coinvolto nell’inchiesta dei carabinieri del Nas e della Procura di Roma su presunte false certificazioni vaccinali.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Infettivologo Massimo Galli indagato. Per pm falsificò verbale concorso

Prossimo Servizio

Mal di pancia a Palazzo Chigi. Garavaglia abbandona cabina di regia su riforma del fisco

Ultime notizie su Cronaca

Terzo mandato, fratelli coltelli

 Resta alta in maggioranza la tensione sul tema dell’ampliamento dei mandati per i governatori di regione, che la Lega vuole portare a tre, come previsto nei suoi emendamenti al decreto Elezioni, in
TornaSu

Don't Miss