Per la Lega ipotesi hacker è una balla: Zingaretti non ha le prove, manca solo attacco da Marte

3 Agosto 2021
Lettura 1 min

“Manca solo l’ipotesi di un attacco da Marte e poi Zingaretti avrà messo sul tavolo tutte le più surreali ipotesi sull’attacco che sta paralizzando la campagna vaccinale nel Lazio. Siamo passati dal terrorismo all’invasione tedesca fino alla barzelletta del più grande attacco mai messo a segno in Italia. Zingaretti non ha le prove di quanto afferma. Pensi semmai a far ripartire la macchina e a garantire il rispetto della privacy di tutti i dati che potrebbero essere finiti nelle mani degli hacker. La recente approvazione del decreto sulla cybersicurezza ha imposto al Paese un approccio serio e scientifico a questi temi: Zingaretti, per motivi che scopriremo, sta facendo esattamente il contrario. La Lega, su questi fatti, ha depositato oggi una interrogazione alla Camera”. Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega in Commissione Tlc e capogruppo in Vigilanza Rai.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Oscurati dai Nas 95 siti di farmaci illegali oscurati dai Nas

Prossimo Servizio

Green Pass, ostruzionismo Carroccio con 900 emendamenti

Ultime notizie su Cronaca

Caso Vannacci, la Lega: Giustizia a orologeria

“E’ motivo di orgoglio che un coraggioso servitore della Patria come Roberto Vannacci venga accostato alla Lega”, si legge in una nota del partito. “L’indagine a suo carico conferma il nervosismo di chi teme il
TornaSu

Don't Miss