Parte la petizione in rete: No ad “Assistenti Civici Volontari”. Italia ha bisogno di lavoro, non di ronde!

Lettura 1 min

Ha suscitato proteste e perplessità il progetto di mettere sul territorio 60mila volontari a vigilare sul rispetto del distanziamento sociale. In rete è stata attivata da poco una petizione, che, come si legge, “propone un obiettivo semplice e netto: il ritiro del provvedimento governativo che istituisce la figura dei cosiddetti “Assistenti civici volontari” per controllare il rispetto delle norme anti-contagio da parte dei cittadini”.

E si specifica ancora: “L’Italia non ha bisogno di ronde, non ha bisogno di pasdaran, armati o disarmati che siano, con il compito di vigilare sulla moralità e sui comportamenti delle persone.
Abbiamo le forze dell’ordine, che sono, Costituzione alla mano, le uniche titolate a far rispettare le norme.
Piuttosto, dal Governo abbiamo bisogno che ci tiri fuori dalla crisi economica.Abbiamo bisogno di lavoro, di aiutare le imprese a risalire la china di una crisi economica spaventosa.
Sarebbe molto meglio concentrare gli sforzi su questo, evitando derive inutili e dannose. Gli italiani sono un popolo responsabile, che merita il rispetto di chi lo guida!”.

Per votare la petizione:

https://www.change.org/p/presidenza-del-consiglio-dei-ministri-governo-italiano-no-agli-assistenti-civici-volontari-l-italia-ha-bisogno-di-lavoro-non-ronde-assistenticivici?signed=true

Servizio Precedente

In Piemonte scatta l'obbligo della mascherina all'aperto dal venerdì al martedì

Prossimo Servizio

Il sondaggio - Italiani non amano più i sovranisti ma sono euroscettici

Ultime notizie su Cronaca