Paragone (ItalExit): “Se per uscire da UE devo allearmi con Marilyn Manson lo faccio”

/
Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – Continuano gli attacchi su Gianluigi Paragone, fondatore di Italexit, il quale dopo aver avuto pesanti critiche per il suo socio al 50%, Gianluca Luciano, amministratore unico di Stranieri in Italia (decisamente al polo opposto per un movimento “sovranista”), anche oggi fa discutere con una sua uscita nella trasmissione L’Italia s’è desta:

”Io non credo assolutamente all’idea che l’Europa possa essere corretta. Mi trovo spesso d’accordo con Borghi e Bagnai così come sono d’accordo col centrodestra sulle modalità del controllo delle frontiere. Certo, se dovessero votare Draghi presidente della Repubblica allora lì non sarei d’accordo. Io ho l’obiettivo di realizzare l’uscita dell’Italia dall’Ue.
Se per realizzare questo obiettivo devo allearmi con Marilyn Manson io mi alleo pure con lui’‘.

Gianluigi, che ricordiamo essere stato direttore della nostra testata cartacea in passato, può essere l’uomo giusto per traghettare l’Italia fuori dall’Euro? In molti, sul web, sono sicuri dopo le scoperte fatte sul suo socio: “un altro falso profeta”.

Servizio Precedente

Ostia: offre bambino per prestazioni sessuali a turista. Arrestato rumeno di 23 anni

Prossimo Servizio

Fauci vs Shiva. Il confronto in tv che scalda gli States su vaccino ed interessi economici e geopolitici

Ultime notizie su Cronaca