OMICIDIO CIVITANOVA – Legale Alika, “Se Ferlazzo aveva tutor, perché non era vigilato?” 

Lettura 1 min

 “Se c’e’ un risvolto psichiatrico che si inserisce nelle cause dell’omicidio di Alika, serve riflettere: se Ferlazzo aveva un amministratore di sostegno, pare fosse la madre, perche’ questi non era vigilato? Bisognera’ avviare una serie di verifiche”. Cosi’ l’avvocato Francesco Mantella, legale della famiglia di Alika Ogorchukwu, l’ambulante nigeriano ucciso a Civitanova Marche da Filippo Ferlazzo. “Abbiamo piena fiducia nell’operato della Procura di Macerata”, aggiunge il legale.

Servizio Precedente

Rimini, due ragazze morte investite attraversando i binari alle 7 di mattina

Prossimo Servizio

Renzi, con questi schieramenti corro solo al centro

Ultime notizie su Cronaca