Norvegia, autorità indagano su 23 persone decedute dopo vaccino

Lettura 1 min

Le autorita’ sanitarie della Norvegia stanno indagando sulla morte di 23 persone, decedute dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech contro il coronavirus. Lo ha annunciato oggi l’Agenzia per i medicinali norvegese. “Sono stati registrati ben 23 decessi correlati al vaccino. Tredici di questi sono stati studiati. Gli effetti collaterali comuni possono aver aggravato le malattie delle persone anziane”, si legge nel comunicato. L’Agenzia norvegese afferma di aver avviato studi approfonditi su ciascuno dei casi di decesso. L’Istituto norvegese di sanita’ pubblica ha nel frattempo modificato leggermente le raccomandazioni per la vaccinazione di pazienti anziani con malattie gravi. La Norvegia ha lanciato una campagna di vaccinazione di massa con il ritrovato di Pfizer-BioNTech il 27 dicembre, con i residenti di case di riposo a Oslo e il personale medico che sono stati i primi a ricevere le dosi. L’emittente “Nrk” ha riferito, citando l’Agenzia per i medicinali, che tutti i casi mortali hanno coinvolto persone di eta’ superiore agli 80 anni in condizioni di salute precarie.

Photo by trail 

Servizio Precedente

La crisi? Eccola. 34 milioni di cartelle esattoriali dal 18 gennaio in casa degli italiani

Prossimo Servizio

Informazione senza... frontiere. Giornalista troupe Rai si infila in coda tra medici per vaccinarsi a Napoli

Ultime notizie su Cronaca