Milano candidata a Tribunale Brevetti Ue

Lettura 1 min

Ora è ufficiale. Una battaglia che non era riuscita ad andare in porto fino ad ora con i precedenti governi, sollecitata più volte dalla Lega al Nord, dall’allora governatore Maroni e dal centrodestra e che diventa improvvisamente successo del governo Pd-5Stelle.

“La Presidenza del Consiglio ha individuato Milano come città candidata ad ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti e Torino come sede principale per l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A). L’obiettivo e’ creare una sinergia tra le due citta’ e il Governo e allo stesso tempo consolidare l’asse nord-ovest del Paese: una strategia che renderebbe ancor piu’ forti Milano e Torino e, con esse, l’Italia”. Lo spiega una nota di Palazzo Chigi.

“La scelta di Milano quale candidata per la terza sede centrale del Tribunale unificato dei Brevetti è una decisione strategica, in direzione di un ulteriore contributo italiano allo sviluppo e alla crescita dell’Unione europea. Sarebbe al fianco di Parigi e Monaco nel compito di registrare le nuove scoperte e soluzioni ideate nel campo delle scienze umane e del farmaceutico”, prosegue la nota. 

Servizio Precedente

E la Lega ritwitta per errore Cavazza con maglietta "Processate anche me"

Prossimo Servizio

Berlusconi ricoverato al San Raffaele