Maltempo flagella il Nord, 150 abitazioni colpite nel Vicentino. Due bambine muoiono in campeggio in Toscana

Lettura 3 min

Un altro fine settimana tragico per il Nord e in particolare ancora per il Veneto. “Il bilancio è drammatico, 150 abitazioni colpite, capannoni, strutture pubbliche”, commenta il governatore del Veneto Luca Zaia, a Rainews 24, durante un sopralluogo nel Vicentino per i danni del maltempo.

Ma il maltempo fa segnare in centro Italia anche una tragedia familiare.

Due bambine di 3 e 14 anni sono morte in ospedale dove erano state trasportate per i gravi traumi della caduta di un grosso albero sulla tenda nella quale stavano dormendo a causa del maltempo a Massa Carrara. Sul posto sono intervenute le automediche del 118 da Massa e Querceta, un’ambulanza da Massa, carabinieri e vigili del Fuoco. È stato richiesto anche l’intervento dell’elisoccorso Pegaso ma non è potuto intervenire per il forte vento.

Secondo quanto appreso sul posto, si tratta di una famiglia marocchina, residente in Italia, nella zona di Torino, venuta a trascorrere alcuni giorni di vacanza in Toscana. I familiari oltre ad aver affittato un bungalow nel campeggio avrebbero poi installato accanto allo stesso anche la tenda per avere altro spazio dove poter trascorrere la notte. I genitori e la terza figlia, la più grande, hanno raggiunto l’ospedale di Massa e vengono assistiti dal personale sanitario. L’incidente è avvenuto verso le 7 nel camping Verde Mare, in via del Cacciatore.

Nubifragi, grandinate e forti raffiche di vento stanno interessando da stamani la zona pedemontana della provincia di Torino. Fra i centri abitati coinvolti ci sono Piossasco e Cumiana, verso il Pinerolese. Sul capoluogo si è abbattuto un temporale. Al Sestriere, in montagna, a circa 2.400 mt è caduta la neve.

Ieri un uomo era stato travolto da un torrente in piena nel Varesotto. Un altro affogato nel mare in tempesta. Un diciassettenne ferito dall’ondina di un tetto staccata da una tromba d’aria a Genova. Persone bloccate in una chiesa allagata sulle sponde del lago d’Orta.

I pazienti di una casa di riposo di Milano trasferiti perché nella notte, a causa del vento e della pioggia, si è scoperchiato il tetto. I passeggeri di un treno bloccato sulla linea del Brennero evacuati in Trentino: sono solo alcuni dei danni causati dalle continue ondate di maltempo che da ieri hanno colpito tutte le regioni del Nord e che non accennano a fermarsi. 

(red)

Nella foto tratta dalla pagina fb di Luca Zaia, quel che resta del palazzetto dello Sport a Montecchio di Crosara

Servizio Precedente

Il Corriere minacciato di querela da Salvini replica: "Lega al 3% in Campania? Al Sud è uno stillicidio di abbandoni"

Prossimo Servizio

Veneto. Per Coldiretti i danni all'agricoltura sono "incalcolabili"