Mai più di adesso: nordismo avanti!

Lettura 2 min

di Roberto Gremmo – Mai più di adesso: nordismo avanti! E questo perché, a parer mio, l’elettorato che sotto sotto sogna l’indipendenza dei  Popoli Alpino-padani non è scomparso, ma si è solo appartato nell’astensione di attesa, confuso e deluso dalle capriole nazionaliste del funambolico Capitan mohito, troppo sicuro di sè e noncurante dei profondi sentimenti della gente che ha dato per anni fiducia alla Lega Nord, sperando fosse il movimento politico liberatore ed emancipatore di un “popolo cisalpino” sempre più penalizzato dalla demagogia sprecona dei falso meridionalismo imperante.

Non è vero che i voti leghisti si sono trasferiti al partito nazionalista di Donna Giorgia.

Gli infiammati di Roma presidenzalista hanno raccolto i consensi tradizionali dei benpensanti nostalgici dell’Italia forte. Infatti, il loro 25 per cento corrisponde al tradizionale 10 per cento che raccoglieva il Movimento Sociale nella stagione migliore della Destra Nazionale. Col calo di votanti del 40 per cento, l’area già almirantiana è rimasta quella, solo che nelle percentuali vale il doppio.

Dei voti leghisti non ha bisogno. Ne ha avuto qualcuno, ma la gran massa dei “lumbard” non ha abboccato.

Se però non nascerà in tutta fretta una formazione autenticamente nordista, è purtroppo facile prevedere che il travaso verso i Fratelli si verificherà davvero, perché ad oggi tutto sembra giocare a loro favore.

Ingabbiata in una coalizione a traino nazionalista, la formazione che ridicolmente continua a chiamarsi “per Salvini premier” non potrà che inghiottire le imposizioni del più forte alleato, finendo sempre più in una trappola.

Il Capitano dovrà stare buono e zitto, pur continuando ad ululare alla luna.

I poltronari gregari, mugugnatori senza spina dorsale, si accontenteranno del sottogoverno.

Ma la realtà di un’Italia divisa in due finirà per manifestarsi, ed allora i nodi verranno al pettine e la rabbia di un Nord mucca da mungere si farà sentire.

Solo se sarà nato il Partito Alpino e Padano.

Servizio Precedente

Grimoldi: Congresso Lega Lombarda serve subito, non a gennaio. In poche ore più di 1500 firme

Prossimo Servizio

Pagliarini: La Lega ha 100 parlamentari, ma non è chiaro quali sono gli obiettivi. Una volta era il Federalismo, ora non ci capisce dove voglia andare Salvini

Ultime notizie su Cronaca