Lopalco: “Ci mandano tutti a nanna dopo Carosello”

Lettura 1 min

“Credo che in questo momento, nella stragrande maggioranza delle città italiane, dopo le 22 ci sia già ben poco movimento”. Quindi il coprifuoco alle 22 deciso nel nuovo Dpcm, “per avere un effetto rispetto alla situazione attuale, forse si sarebbe dovuto un po’ anticipare. L’avrei messo magari dalle 21”. Ma indipendentemente dall’ora, “il messaggio è ‘a nanna dopo Carosello'”. Riassume così il senso del divieto di circolazione dalle 22 alle 5 l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, assessore alla Sanità della Regione Puglia, intervistato da ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1. “Una misura del genere”, come il coprifuoco, “non può basarsi su dati scientifici, bisognerebbe interpellare i sociologi – riflette Lopalco – Credo che questa misura abbia più un potere comunicativo”, ribadisce, cioè “quello di dire: ‘Dopo che siete stati al lavoro, bisogna tornare a casa e non bisogna uscire’. L’idea, il messaggio forte è questo”.

Default thumbnail
Servizio Precedente

Zaia recluta anche i veterinari per fare i tamponi. "Siamo mammiferi come gli altri animali"

Prossimo Servizio

Scuola, prima illudono i precari col concorso poi lo bloccano. E' già si parla di ricorsi