Ira cinese sull’Inghilterra. Londra offre la cittadinanza a 315.000 abitanti di Hong Kong

/
Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – Londra vuole offrire la cittadinanza a 315 mila residenti di Hong Kong, ex colonia inglese. Queste le dichiarazioni di Joshua Wong, leader per il movimento per la democrazia ad Hong Kong: “Londra ci ha offerto un’importante ciambella di salvataggio aprendo alla cittadinanza per gli abitanti di HK”

Negli scorsi giorni ci sono stati alcuni arresti dei militanti del movimento di Wong, per aver urlato a forte voce l’indipendenza dalla Cina e anche qualche ammiccamento allo stato inglese, oltre, inoltre, per aver consegnato adesivi ai cittadini con scritto “Hong Kong Libera”.

Questa comunicazione, delinea fortemente, il futuro geopolitico del primo alleato americano, la Gran Bretagna, che si schiera apertamente sfidando la grande Repubblica Popolare Cinese.

Il portavoce del ministero degli esteri Zhao, già famoso per aver accusato con un tweet gli americani di poter essere stati proprio loro gli “untori” a Wuhan, risponde dichendo che il piano della Gran Bretagna rappresenta una violazione grave degli impegni presi con la Cina.
Una notizia, che spinge ancora di più, i venti di guerra che si stanno delineando tra USA e Cina.

Servizio Precedente

Toninelli non vuole rispondere alle domande dei cittadini e se ne va

Prossimo Servizio

Il ministro Provenzano a La7: "Io sono per l'obbligo vaccinale"

Ultime notizie su Cronaca