Indipendentisti sardi in sit in a Sassari il 4 ottobre per udienza Puigdemont

Lettura 2 min

Un gruppo di sigle indipendentiste della Sardegna e di associazioni locali ha organizzato a Sassari un sit-in di solidarieta’ che si terra’ lunedi’ prossimo, 4 ottobre, davanti alla corte d’appello in occasione dell’udienza in cui i giudici decideranno se liberare l’eurodeputato ed ex presidente catalano in esilio Carles Puidgemont o se estradarlo in Spagna. L’appuntamento e’ dalle 9 in via Budapest 34. “L’autodeterminazione e il voto sono un diritto, non un delitto”, sostengono iRS, ProgReS, Torra, FEM-Marenostrum, Sardigna Natzione, Movimento Omosessuale Sardo, O’mnium Cultural de l’Alguer, che hanno promosso la manifestazione dopo l’arresto di Puigdemont all’aeroporto di Alghero fra giovedi’ 23 e venerdi’ 23 settembre, in esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso dal giudice del Tribunale supremo spagnolo Pablo Llarena.

Sull’ex presidente pernde un procedimento giudiziario in corso in Spagna dal 2017 per la dichiarazione d’indipendenza della Catalogna seguita al referendum per l’indipendenza del 1 ottobre di quell’anno, quando la maggioranza dei catalani voto’ a favore. Puidgemont, dopo una notte trascorsa nel carcere di Bancali, e’ stato rilasciato senza restrizioni nel pomeriggio del 25 ottobre e ieri e rientrato a Bruxelles, con l’intenzione di tornare a Sassari per presenziare all’udienza del 4 ottobre. “Lo Stato italiano non puo’ assumersi la responsabilita’ di consegnare un esiliato politico nonviolento allo Stato spagnolo che ha gia’ dimostrato il suo spirito vendicativo e la sua attitudine violenta e repressiva nei confronti di pacifiche espressioni democratiche”, ribadiscono gli organizzatori del sit-in di solidarieta’. “Il Parlamento Europeo e il presidente David Sassoli non possono esporre alla certezza della persecuzione giudiziaria spagnola un europarlamentare democraticamente eletto. Le questioni politiche devono essere risolte politicamente e non nelle aule di tribunale”.

Servizio Precedente

Catalogna, Cup chiede a parlamento nuovo referendum

Prossimo Servizio

Ma in Piemonte si possono tenere ancora i cani a catena? L'appello di Sara Turetta-Savethedogs al governatore Cirio per cambiare la legge

Ultime notizie su Cronaca