Il reddito di cittadinanza continua a piacere alla mafia. Altri 76 casi a Catania

Lettura 1 min

Con l’ipotesi di reato di indebita percezione del reddito di cittadinanza, i carabinieri di Catania hanno denunciato 76 persone accusate di avere ottenuto il beneficio fornendo dichiarazioni false e incomplete. Venticinque degli indagati sono condannati per mafia, gli altri avrebbero omesso di comunicare che nel proprio nucleo familiare c’era un congiunto condannato definitivamente per associazione mafiosa. La Procura distrettuale etnea ha emesso un decreto di sequestro preventivo delle carte di reddito di cittadinanza. 

Servizio Precedente

Animali ancora tassati come beni di lusso. Assalco: Basta Iva al 22%

Prossimo Servizio

L'ultima di Brunetta: dalla burocrazia statale arriverà il 70% del Pil legato al Recovery

Ultime notizie su Cronaca