Il New York Times: Roma fiorita con l’epidemia. Covid non la saccheggia, a differenza di…

Lettura 1 min

Un tempo si diceva “Vei Napoli e puoi muori”.Ora l’attenzione si sposta sulla capitale vuota e silenziosa per effetto del lockdown. In una sacrastica ma realistica lettura, il New York Times titola: “Roma è stata saccheggiata, conquistata e abbandonata. Ora è il turno della pandemia”. Si legge che “La turbolenta storia della città ha forgiato un carattere irriverente, anti-autoritario e in qualche modo cinico. Può sopravvivere al coronavirus?”.

L’epidemia ha purificato Roma? “Il Coronavirus non ha un esercito di saccheggiatori che deturpano i muri, scaricano corpi nel Tevere o bruciano edifici. In un certo senso, la città è fiorita sotto l’epidemia”.

Insomma, lo tsunami ha portato aspetti che vanno presi come modello per il futuro. “Senza gli scarichi delle macchine e il fumo denso delle cipolle che fuoriesce dalle trattorie, l’aria è diventata così limpida che dal mio appartamento sul Gianicolo posso contare le finestre dei palazzi solitamente nebbiosi del centro città”, scrive il corrispondente. E aggiunge: “I romani hanno la reputazione di aggirare le regole, nel traffico e nella vita. Gli ammiratori la chiamano accattivante creatività, i critici insopportabile inciviltà. Vivere con il virus eliminerà tutto questo o lo migliorerà?”.

Photo by Davide Buongiorno 

Servizio Precedente

VIDEO - "Dai politici solo improvvisazione. Mangiano di notte quello che creiamo di giorno. Il Veneto può fare da solo senza l'Italia"

Prossimo Servizio

La vera fase 2 di Confindustria? Prove di lombardoveneto. Ma la Milano salviniana non se ne è accorta

Ultime notizie su Cronaca