Il Corriere: in Campania, Lega al 3%. E l’on. Molteni non ci sta: impossibile, quereliamo

Lettura 3 min

di Stefania Piazzo – E’ lesa maestà da sondaggio. Il Corriere della Sera ha pubblicato oggi una rilevazione sulle intenzioni di voto. Si sa che vanno sempre prese con le pinze queste proiezioni, oggi è oggi, domani chissà. Fatto sta che i dati pubblicati e raccolti da Nando Pagnoncelli dicono che Forza Italia, moribonda altrove, in Campania sale al 14 per cento staccando la Lega inchiodata ad un misero 3,3% e Fratelli d’Italia al 10,2.   Secondo Pagnoncelli, testuali parole: ”Nel centrodestra Fi prevale sugli alleati con il 14% mantenendosi sui risultati delle europee, seguita da Fdi con il 10,2%, quindi dalla lista Caldoro presidente con il 4,1% e infine dalla LEGA con il 3,3%”.

Nei giorni scorsi l’onorevole canturino Nicola Molteni, ora segretario regionale della Salvini Premier in Campania, aveva salutato con successo il fatto che per la prima volta nella sua storia la Lega corresse in Regione. Effettivamente è un dato che fotografa la svolta genetica del movimento. Ma una Lega schiacciata al 3% Molteni non l’ha digerita ed ecco che annuncia querela.

“La Lega e Matteo Salvini si presentano per la prima volta alle regionali in CAMPANIA e registrano grandi consensi popolari, una partecipazione spontanea straordinaria con piazze piene e festose. Con la visita di Salvini denunciate e messe a nudo anni di false promesse e mancati risultati da parte di De Luca. Scoperchiate irregolarità e sperperi clamorosi. Ed ecco che due giorni dopo la visita campana del segretario arriva un SONDAGGIO inverosimile, pubblicato in prima pagina dal Corriere della Sera, che prova a stravolgere la realtà. Un SONDAGGIO su 930 persone che parlano a nome di 5milioni di campani, di cui il 20% dice che non sa che cosa voterà. Ma agli amici di De Luca tanto basta per parlare di ‘tracollo'”.

E non si ferma qui, l’onorevole che è anche avvocato. “Più inattendibile di così non si poteva essere. Un tentativo, per i desiderata della sinistra, che prova a condizionare l’opinione dell’elettorato che, come dimostrano le immagini sui social, risponde però diversamente. Solo 3 giorni fa il Sole 24 Ore indicava un’altra rilevazione con la Lega protagonista nel centrodestra in CAMPANIA. Non ci stiamo, quereliamo e siamo pronti a difendere la Lega e la realtà dei fatti in tutte le sedi opportune. Chiederemo e devolveremo 500mila euro di risarcimento agli ospedali della CAMPANIA“, conclude. 

Forse è la prima volta, nella storia dei sondaggi che un test finisce in tribunale. Quel che finirà nell’urna lo si vedrà la notte del 21 settembre. Quella che una volta qualcuno chiamava la “gabina elettorale”, poi passata di moda.

Foto tratta dalla pagina fb di Nicola Molteni

Servizio Precedente

Scuola, per 5 governatori si deve riaprire dopo il referendum

Prossimo Servizio

VIDEO / Londra come Berlino. Giornata di passione per l'Europa. Centinaia di migliaia di persone in piazza contro misure Covid e vaccini obbligatori