Germania, ospedali al collasso. Stretta sui no vax

Lettura 2 min

 Al via misure più severe in Germania nella lotta contro la pandemia di coronavirus. Gli Stati potranno introdurre nuove restrizioni in luoghi pubblici e privati, compresi gli amati mercatini di Natale. Oggi potrebbe essere dato il via al booster per tutti i maggiorenni. Lo scrive la Bild, allargando l’indicazione per la terza dose che oggi riguarda principalmente le persone con più di 70 anni e i fragili. Anche i più giovani che sono stati vaccinate potrebbero ricevere presto il richiamo. “La percentuale di pazienti Covid nelle unità di terapia intensiva aumenta ogni giorno: nei singoli stati federali, ci potrebbe essere presto un deficit di posti letto in terapia intensiva”, scrive il giornale. Come in Sassonia: lì, il ministro degli Affari sociali Petra Köpping (SPD) ha dichiarato di aspettarsi che il livello di sovraccarico sarà raggiunto questa settimana.

 Il quadro allarma. Oggi è stato registrato un nuovo record di contagi: 52.826 nelle ultime 24 ore, mentre i nuovi decessi sono 294. In Baviera, Turingia e Sassonia è evidente che gli ospedali sono al collasso e i 3296 pazienti in terapia intensiva potrebbero essere distribuiti agli ospedali di tutta la Germania il più rapidamente possibile. Gli stati stanno ricorrendo alle cosiddette regole 2G (geimpft e genesen, vaccinato o guarito) per i negozi e le strutture non essenziali, ovvero possono entrare solo le persone che possono dimostrare di essere state immunizzate o guarite dal Covid. La Renania settentrionale-Vestfalia dovrebbe seguire l’esempio, escludendo le persone non vaccinate dall’ingresso a tutte le strutture e gli eventi non essenziali, comprese le partite di calcio e i mercatini di Natale. 

 I rappresentanti dei tre partiti che mirano a formare il prossimo governo tedesco – Manuela Rottmann dei Verdi, Christine Aschenberg-Dugnus dell’FDP e Sabine Dittmar dell’SPD – discuteranno misure più severe nella lotta contro la pandemia di coronavirus. I partiti della coalizione in essere hanno, tuttavia, escluso un ritorno al lockdown, decidendo di non estendere l’emergenza sanitaria ufficiale della Germania oltre il 25 novembre. La decisione è stata criticata dai conservatori, che presto si troveranno all’opposizione per la prima volta in 16 anni, e stanno già formulando linee di attacco contro la nuova coalizione. 

Servizio Precedente

Le Pen: Se vinco presidenziali cambio l'Europa. Meloni e Salvini devono unirsi

Prossimo Servizio

Green pass e divieti, governo fermo. Toti: faremo noi disposizioni, chi si è protetto non può pagare per chi non lo ha fatto

Ultime notizie su Cronaca