Germania lancia allarme su varianti resistenti a vaccini. Test obbligatori due volte a settimana

Lettura 2 min

La Germania deve ridurre le infezioni da coronavirus nelle prossime settimane o rischia di essere travolta da nuove mutazioni virali resistenti ai vaccini. Lo ha dichiarato al quotidiano “Bild am Sonntag” il capo di gabinetto della cancelliera tedesca Angela Merkel, Helge Braun. “Siamo nella fase piu’ pericolosa della pandemia. Le prossime settimane determineranno se potremo prevedibilmente tenere sotto controllo la pandemia. Se il numero di contagi aumentera’ di nuovo rapidamente, c’e’ un rischio crescente che la prossima mutazione del virus diventi resistente al vaccino”, ha detto Braun. “In quel caso avremmo bisogno di nuovi vaccini, quindi dovremmo ricominciare a vaccinare tutti da capo”, ha sottolineato. Per frenare la diffusione del virus, Braun ha chiesto l’imposizione di misure piu’ severe e il coprifuoco notturno nelle regioni con un numero elevato di nuove infezioni e sii e’ detto a favore di ulteriori limitazioni nelle regioni in cui il numero di casi per 100 mila abitanti sia stato superiore a 100 negli ultimi sette giorni. “E’ qui che il coprifuoco regionale di sera e di notte puo’ aiutare, perche’ abbiamo i piu’ alti tassi di infezione a causa delle riunioni nelle case delle persone”, ha aggiunto il funzionario, sottolineando quindi l’importanza dei test per ridurre la trasmissione del virus ed esortando le aziende a testare obbligatoriamente i propri lavoratori due volte a settimana. Le infezioni da Covid sono aumentate notevolmente in Germania nelle ultime settimane, spinte da una variante piu’ trasmissibile del virus e dall’allentamento di alcune restrizioni. Ieri il numero di casi confermati di contagio nel Paese e’ aumentato di 20.472, mentre il bilancio delle vittime e’ stato di 157.

Servizio Precedente

Monoclonali in 15 Regioni italiane

Prossimo Servizio

Borghi: Lega voti contro nuovo decreto

Ultime notizie su Cronaca