Germania, allarme Cdu-Csu su avanzata islamisti nei Comuni

Lettura 2 min

L’affermazione degli islamisti nei comuni della Germania, “anche quando perseguono i propri obiettivi con strumenti politici e senza ricorrere alla violenza”, deve essere impedita “con ogni mezzo”. E’ quanto afferma in un documento l’Unione, il gruppo parlamentare formato al Bundestag da Unione cristiano-democratica (Cdu) e Unione cristiano-sociale (Csu). Come riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, i deputati di Cdu e Csu propongono, per esempio, A tal fine, dovrebbe essere verificato, ad esempio, di valutare “se e come un registro delle moschee” possa essere introdotto in Germania “in conformita’ con la Costituzione”.

Inoltre, per un piu’ efficace contrasto all’islamismo, dovrebbero essere ampliate le competenze per il settore assegnate all’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (BfV), l’agenzia di intelligence interna della Germania. In particolare, il BfV e i servizi segreti dei Laender dovrebbero poter indagare in maniera piu’ approfondita sui finanziamenti che le moschee tedesche ricevono dall’estero.

Per i deputati di Cdu e Csu, “la stragrande maggioranza dei cinque milioni di musulmani stimati in Germania vive pacificamente nella nostra societa’ e condivide i valori dell’ordinamento liberaldemocratico”. Tuttavia, gli islamisti “si sono diffusi in parti della societa’”, senza ricorrere alla violenza, ma allo stesso tempo invocando un ordinamento fondato sulla legge coranica della Shari’a, in cui “non vi sono uguali diritti, nessuna liberta’ di opinione e religione e nemmeno la separazione tra religione e Stato”. Pertanto, sono “necessarie ulteriori ricerche” per fare luce sugli islamisti. Secondo i rappresentanti dell’Unione al Bundestag, avrebbe anche senso istituire un “gruppo di esperti sull’islamismo politico” presso il ministero dell’Interno. Inoltre, uno studio condotto nelle scuole servirebbe a scoprire fino a che punto l’islamismo politico ha un impatto su bambini, giovani e adolescenti”. 

Photo by Abdullah Faraz 

Servizio Precedente

Ponte Morandi, inizia la maratona del processo. Familiari affranti: su stragi in Italia almeno 10 anni per sentenze

Prossimo Servizio

Un bel ciaone a Giuseppi?

Ultime notizie su Cronaca