Gadda (IV) con agricoltori Cia a Ravenna. “Servono risorse e tempi certi per il popolo operoso della Romagna”

25 Novembre 2023
Lettura 1 min

In lungo post su Facebook l’on. Maria Chiara Gadda, vicepresidente della Commissione Agricoltura alla Camera e vicepresidente a Montecitorio dei deputati di Italia Viva, ha fatto una efficace sintesi di un evento organizzato dalla Confederazione italiana agricolrori” Ecco il testo.

“Ieri a Bagnacavallo in provincia di Ravenna ho toccato con mano quanto i numerosi eventi catastrofici che si sono susseguiti negli ultimi mesi tra Ravenna, Rimini, Forlì e Cesena – siccità, gelate, alluvione, grandine e da ultimo persino un violentissimo tornado – abbiano messo a dura prova i cittadini e filiere agricole di eccellenza del made in Italy a partire dall’ortofrutta. Qui c’è gente operosa, ma questo non può essere un alibi per pensare che un territorio così questa volta possa farcela da solo.

Non servono polemiche, ma risorse e tempi certi per le misure di sostegno promesse. Ho apprezzato molto la maturità del dibattito, indirizzato certamente all’emergenza, ma soprattutto volto a mettere in atto tutte le condizioni affinché la nostra agricoltura sia più resiliente di fronte a questi eventi. Strumento assicurativo, piano di adattamento ai cambiamenti climatici e infrastrutture, liquidità delle imprese, agricoltura di collina e montagna, misure di protezione attiva. Insomma torno a casa con numerosi elementi di riflessione su cui lavorare. Grazie al presidente Danilo Misirocchi Cia – Agricoltori Italiani Emilia Romagna e al presidente del Consorzio Stefano Francia”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

SBARRA (CISL) : CORRESPONSABILITÀ NELLE SCELTE DI SVILUPPO DEL PAESE

Prossimo Servizio

Cuneo fiscale, scarso effetto sulle tredicesime

Ultime notizie su Cronaca

Terzo mandato, fratelli coltelli

 Resta alta in maggioranza la tensione sul tema dell’ampliamento dei mandati per i governatori di regione, che la Lega vuole portare a tre, come previsto nei suoi emendamenti al decreto Elezioni, in
TornaSu