Firmato il nuovo Dpcm. Mascherine in casa, stop a feste, gite scolastiche e sport contatto, limite a movida e 30 persone per cerimonia

Lettura 1 min

Nelle prime ore della notte il governo, dopo un confronto con le Regioni, ha varato il nuovo DPCM. Ecco i punti principali del provvedimento che avrà la durata, per ora, di 30 giorni.

Raccomandazione nell’uso di mascherine anche in casa, in presenza di non conviventi; chiusura dei locali a mezzanotte; feste nelle abitazioni private sconsigliate se i partecipanti superano le 6 unità; stop alle gite scolastiche, stop agli sport di contatto a livello amatoriale.

La stretta sulla movida è stata confermata, con la chiusura dei locali per le 24 e col divieto di sosta e consumazione all’esterno dopo le 21, mentre non ha divieti il servizio al tavolo.

Divieto di feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto, tranne per le cerimonie civili o religiose, con un massimo di 30 persone. La partecipazione agli eventi sportivi è fissata nel 15% della capienza di stadi e palazzetti, con il limite massimo di 1000 spettatori per gli eventi all’aperto e 200 per quelli al chiuso. Stesso tetto, 1000 all’aperto e 200 al chiuso, anche per teatri, cinema e concerti. Come già si era annunciato, la quarantena si riduce da 14 a 10 giorni, con l’atteso via libera al tampone unico. 

Photo by cheng feng

Servizio Precedente

Figura chiave del governo gialloverde torna in Cina

Prossimo Servizio

L'enciclica "Fratelli Tutti". Papa Francesco non distingue tra migranti legali o illegali