Firenze. Ristoratore si toglie la vita

Lettura 1 min

 Di Carlo Andreoli – Purtroppo c’era da aspettarselo. Ieri a Firenze, un uomo di 44 anni, temendo di non riuscire a pagare le rate del proprio locale si è tolto la vita. Queste sono le notizie che non si vorrebbero mai sentire, in primis per la tragedia che si è manifestata e in secondo luogo perché migliaia di italiani vivono nella stessa situazione di paura.

Come ha riportato il quotidiano La Nazione, intervistando un amico di famiglia – l’uomo temeva di non riuscire più a pagare, di aver fatto sacrifici inutilmente. Era riuscito a farsi sospendere le rate del mutuo, ma sarebbero riprese tra pochi giorni.

Anche il sindaco della città Nardella ha espresso la sua vicinanza alla famiglia e a tutti i lavoratori e imprenditori, i quali più di sono toccati da questa momento di crisi. Degna di attenzione anche la considerazione della candidata alla Regione Toscana Susanna Ceccardi: “Questo gesto deve far riflettere tutte le istituzioni. La mancanza di turisti ha messo in ginocchio migliaia di imprese. Mutuo, affitto, bollette, tasse da pagare. La Regione deve mettere in campo misure di salvaguardia, a fondo perduto e di garanzia, per gli esercizi che non riescono più a sopravvivere. Altrimenti, dopo i morti con covid, dovremmo contare i morti per la crisi economica e turistica”.

Servizio Precedente

VIDEO / Macron si propone per fare da intermediario in Bielorussia. Lukashenko gli risponde: "io farò lo stesso con i Gilet Gialli"

Prossimo Servizio

Che confusione sulle mascherine a scuola