Espulso Djokovic. Il ministro dell’Immigrazione: Difesi i sacrifici degli australiani

16 Gennaio 2022
Lettura 1 min

 Il ministro dell’Immigrazione australiano, Alex Hawke, ha accolto “con favore la sentenza della Corte federale” sul caso Djokovic. E ha poi aggiunto: “La nostra politica di restrizioni ha portato a un basso numero di vittime, a una ripresa economica solida e a una delle percentuali di vaccinazioni più alte nel mondo. Questa politica di protezione alle frontiere ha salvaguardato la pace sociale, nonostante il prolungarsi della pandemia”. “Gli australiani hanno fatto sacrifici per arrivare fin qui e il Governo Morrison è deciso a continuare su questa linea, come il Paese si aspetta – ha proseguito – Nel nostro Paese sono state somministrate 47 milioni di dosi di vaccino, il 91,6% degli over 16 anni è vaccinato”. 

Foto di Sigmund

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La tazzina di caffè anche a 1,50 euro. Colazione al bar può quasi raddoppiare. L’allarme di Assoutenti

Prossimo Servizio

Locatelli: Curva contagi rallenta, è l’effetto terze dosi

Ultime notizie su Cronaca

Caso Vannacci, la Lega: Giustizia a orologeria

“E’ motivo di orgoglio che un coraggioso servitore della Patria come Roberto Vannacci venga accostato alla Lega”, si legge in una nota del partito. “L’indagine a suo carico conferma il nervosismo di chi teme il
TornaSu

Don't Miss