ELEZIONI – Grande Nord e Paragone Sindaco, martedì insieme le liste per Milano

Lettura 2 min

Due movimenti antisistema per Palazzo Marino uniscono le forze per sostenere la candidatura a sindaco di Gianluigi Paragone. Da una parte Roberto Bernardelli, fondatore e presidente di Grande Nord, l’unica lista autonomista e federalista presente con il proprio simbolo alle amministrative e dall’altra la lista di Paragone sindaco fronteggiano centrodestra e centrosinistra, la Milano di Sala, dei grattacieli per vip e quella di Salvini, che ha sposato la causa del nazionalismo, del governo con Pd e 5Stelle. Mondi sideralmente lontani, in cui i cittadini sono estranei.

La presentazione delle liste e dei candidati della lista Paragone e di Grande Nord si tiene martedì 14 alle ore 11 all’hotel The Square a Milano, in via Alberico Albricci.

“Non sentiamo più dire “prima i milanesi, prima i lombardi – commenta Bernardelli -. Sembra una colpa essere cittadini con dei diritti in questa città, dei pensionati in periferia dimenticati dal sindaco che pensa solo al Municipio 1, al centro storico, sembra un difetto essere delle imprese e dei commercianti che sono la Milano della ripresa dopo il Covid. Nessuno dice come ridurre le tasse, e aumentare i servizi. E’ fuori moda spiegare che si può vivere e lavorare meglio con il residuo fiscale e con le competenze che ancora aspettiamo a 4 anni dal referendum sull’autonomia. Tutto il resto sono chiacchiere. Più lavoro, meno tasse, ma né Sala né Bernardo hanno il coraggio di mettere questi obiettivi al primo posto. La loro Milano non è quella della gente”.

Servizio Precedente

Green pass, Zaia: Nella Lega vince linea dei governatori

Prossimo Servizio

Dopo Latina un'altra sorpresa. A Ostia baciamano a Durigon sul palco da uno dei candidati

Ultime notizie su Cronaca