E la Lega ritwitta per errore Cavazza con maglietta “Processate anche me”

Lettura 2 min

Era uno scherzo ma forse una mano o un automatismo informatico che non ha riconosciuto il volto di Luca Cavazza nello staff della comunicazione social della Lega ha fatto sì che venisse ritwittato niente meno che Luca Cavazza, ex candidato alle regionali a Bologna e ora al centro di una inchiesta che lo vede sotto accusa per festini hard a Bologna con minorenni.

La svista del post ritwittato è stata soggetto di analisi sul sito bufale.net. Che, al proposito, scrive: “Un episodio a dir poco singolare”.

“Ebbene, la Lega, credendo che la foto postata da altri utenti con una persona che indossa la suddetta maglietta (quella in solidarietà a Salvini, processate anche me, ndr) potesse essere un contenuto social a sostegno del partito e del suo Segretario, ignorando – si legge – che in realtà fosse una presa in giro, ha retwittato lo scatto in questione. Dunque, da un lato i cosiddetti troll hanno diffuso la voce per associare l’immagine di Luca Cavazza a quella di Salvini, dall’altro chi gestisce gli account social della Lega non ha colto la cosa ed ha ritwittato il contenuto”.

“Una nota a margine, però, è doverosa – specificano da Bufale.net -. Confermiamo, nel caso qualcuno lo metta in dubbio, che potrebbe trattarsi di un bot ad effettuare i retweet in base all’hashtag. E così pare sia avvenuto anche oggi 3 settembre con la foto di Luca Cavazza e la sua maglietta a sostegno di Salvini”.

(red)

Servizio Precedente

Lega pubblicizza volo 40 euro andata-ritorno a Catania il 3 ottobre. Ma devi ripartire dopo 40 minuti. Neanche il tempo per un cannolo

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Milano candidata a Tribunale Brevetti Ue