Dove vanno i giovani italiani che lasciano il Paese. Parigi e Berlino le città preferite per emigrare

23 Dicembre 2023
Lettura 1 min

 Barcellona, ​​Parigi e Berlino sono le tre città europee preferite dai giovani italiani che decidono di trasferirsi all’estero. La triade delle mete più ambite è stata individuata da HousingAnywhere, una piattaforma leader in Europa per gli affitti a medio termine e che ha condotto uno studio per identificare le città europee più ambite dai giovani italiani per trasferirsi all’estero nel 2023. L’indagine si è focalizzata su studenti e giovani professionisti in cerca di alloggio all’estero, evidenziando le tendenze e le preferenze in termini di destinazioni. I risultati dello studio di HousingAnywhere mostrano che Barcellona, ​​Parigi e Berlino sono le tre città europee più ricercate dai giovani italiani. Barcellona si distingue per il suo mix di opportunità, clima favorevole e qualità della vita, mentre Parigi, con il suo fascino culturale e le opportunità professionali, ha visto un notevole aumento di interesse. 

Berlino, conosciuta per il suo ambiente dinamico e le startup innovative, si posiziona al terzo posto. Madrid e Amsterdam, seguendo la classifica, hanno registrato un notevole interesse tra i giovani italiani. Queste città offrono un ambiente stimolante e diverse opportunità per i giovani professionisti e studenti, contribuendo alla loro attrattiva.

Ecco la top 10 completa delle città europee preferite dagli italiani che lasciano il proprio Paese, sia che si tratti di giovani studenti alla ricerca di opportunità formative ed educative (ed esperienze di vita), sia di giovani professionisti alla ricerca di opportunità professionali. Barcellona; Parigi; Berlino; Amsterdam; Madrid; Londra; Monaco di Baviera; Bruxelles; Vienna; Lisbona.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

SSN, l’Ugl: “Oggi le macerie, condizioni lavoro inaccettabili, cittadini costretti a ricorrere al privato”

Prossimo Servizio

IL MES E IL SIGNOR G – Si apre il caso Giorgetti. “Avrei votato sì ma non era aria”. E sulle dimissioni invocate da sinistra: “Poi decido io”

Ultime notizie su Cronaca

Terzo mandato, fratelli coltelli

 Resta alta in maggioranza la tensione sul tema dell’ampliamento dei mandati per i governatori di regione, che la Lega vuole portare a tre, come previsto nei suoi emendamenti al decreto Elezioni, in
TornaSu