Decreto festività, Green pass a 6 mesi, rafforzato in musei, mostre e parchi. Richiamo a 4, obbligo mascherina all’aperto

Lettura 1 min

 Decreto approvato all’unanimita’. Ridurra’ da 9 a 6 mesi l’uso il green pass. In arrivo anche domani con il via libera dell’Aifa il richiamo da 5 a 4 mesi della terza dose. Cosi’ il ministro della Salute, Roberto Speranza, in conferenza stampa al termine del Cdm con il coordinatore del Cts Franco Locatelli e il portavoce Cts Silvio Brusaferro.

-“Con questo DECRETO estendiamo i luoghi in cui si applica il green pass rafforzato ai musei, mostre, parchi tematici, centri ricreativi, sale gioco e bingo, oltre alla ristorazione al banco”.

Il testo, secondo quanto si apprende, non e’ stato modificato rispetto alla bozza e quindi non e’ passata, al momento, l’estensione dell’obbligo vaccinale per i dipendenti della Pubblica amministrazione per cui ancora non era previsto. 

 Fino al 31 gennaio obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto in tutta Italia, indipendentemente dalla classificazione di rischio del territorio.

Anche per assistere ad una partita di calcio o ad un incontro di basket o pallavolo sara’ obbligatorio indossare la mascherina Ffp2. Fino alla fine dello stato di emergenza, si legge nel testo, per “gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso e all’aperto e’ fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2”. In stadi e palazzetti, cosi’ come in cinema e teatri, sale da concerto, locali con musica dal vivo all’aperto e al chiuso, e’ vietato il consumo di cibi e bevande.

Servizio Precedente

Scala, positivi nel coro di voci bianche. Cancellata la recita

Prossimo Servizio

Vella: Questo virus durerà a lungo, ci vaccineremo tutti gli anni

Ultime notizie su Cronaca