De Donno – 2 / Ospedale Poma: prima escluso dal comitato scientifico sul plasma, poi viene ammesso. Meglio tardi che mai

Lettura 2 min

De Donno non c’è. In prima battuta…. Sono stati chiamati diversi esperti nel cosiddetto studio Tsnumai sul plasma, un comitato scientifico riconosciuto dal ministero della salute. Ma a primo appello non ci sono il pneumologo dell’ospedale Poma di Mantova e il primario Franchini.

Ecco i nomi inseriti nel comitato. Nicola Magrini (direttore generale Aifa), Silvio Brusaferro (presidente Iss), Renato Bernardini (Università Catania), Massimo Costantini (arcispedale Santa Maria Nuova Reggio Emilia), Giustina De Silvestro (Azienda ospedaliera Padova), Paolo Grossi (Asst Pini Milano), Giuseppe Ippolito (Istituto Spallanzani Roma), Giancarlo Liumbruno (Centro nazionale sangue), Franco Locatelli (Consiglio superiore sanità), Francesco Menichetti (azienda ospedaliero universitaria Pisa), Cesare Perotti (Iss), Giuseppe Remuzzi (Istituto Mario Negri Milano).

Escluso con De Donno anche il primario di immunoematologia Massimo Franchini. Ma poi si legge sul sito di MantovaUno, pubblicato anche sul profilo fb del professor De Donno, che anche l’ospedale Poma è nel comitato. (vedi https://mantovauno.it/cronaca/asst-mantova-anche-de-donno-e-franchini-nel-comitato-scientifico-di-tsunami)

“Sul sito dell’Aifa, l’Agenzia Italiana per il farmaco, c’è ancora pubblicato l’articolo sull’autorizzazione da parte del Comitato Etico dello Spallanzani di Roma dello studio sul plasma iperimmune denominato Tsunami, con riportati i nomi dei membri del Comitato tecnico scientifico tra i quali non compare alcun medico dell’ospedale di Mantova (  https://www.aifa.gov.it/web/guest/-/autorizzato-studio-nazionale-tsunami-su-efficacia-e-ruolo-del-plasma-dei-pazienti-convalescenti-da-covi-19 ) ma dal Carlo Poma oggi pomeriggio ha iniziato invece a rimbalzare la notizia che questo sarebbe solo un primo elenco”, si legge.

E il giornale aggiunge che “Sarebbe infatti arrivata all’Asst di Mantova un’e-mail direttamente dall’Aifa nella quale si evidenzia che nell’elenco aggiornato ci sarebbero anche i nomi del primario di  Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del Poma Massimo Franchini e di quello di pneumologia Giuseppe De Donno”.

Meglio tardi che mai.

Servizio Precedente

De Donno - 1 / Sono un medico di campagna, ironizzano sul mio curriculum

Prossimo Servizio

Stefano Bonaccini, quando un governatore del Pd è il più “leghista” di tutti

Ultime notizie su Cronaca