Corte conti spagnola rinvia a giudizio Mas e Puigdemont per irregolarità contabili

Lettura 1 min

La Corte dei conti spagnola ha rinviato a giudizio gli ex presidenti della Generalitat di Catalogna, Artur Mas e Carles Puigdemont e l’ex vicepresidente Oriol Junqueras, per irregolarita’ contabili nella gestione di fondi pubblici che sarebbero stati utilizzati per promuovere il processo indipendentista all’estero. La Corte dei conti, nello specifico, informera’ gli imputati dell’importo che ritiene presumibilmente “deviato” per le cosiddette ‘ambasciate catalane’ e il Consiglio di diplomazia pubblica della Catalogna, noto come Diplocat. La lista comprende 36 alti funzionari della Generalitat che potrebbero essere condannati a risarcire le risorse pubbliche impiegate illecitamente. Secondo quanto riferito dal quotidiano “El Mundo”, la Corte dei conti non ha reso tale importo, anche se secondo alcune stime potrebbe superare i 20 milioni di euro. L’udienza e’ stata fissata per il 29 giugno e sono stati citati anche i rappresentanti legali della Generalitat della Catalogna, il Consiglio della Diplomazia Pubblica della Catalogna (Diplocat), le societa’ “Avvocati catalani per la Costituzione” e “Associazione catalana della societa’ civile, civica e culturale”.

Servizio Precedente

Stop mascherina e sì ad abbracci tra vaccinati

Prossimo Servizio

I presidi: numeri presenze cambiate all'ultimo. E' scandaloso

Ultime notizie su Cronaca