Conte sbancato sui banchi: “Risponderà Arcuri, in piena trasparenza”. Ma se il commissario nega accesso agli atti?

Lettura 2 min

di Stefania Piazzo – Una delle criticità su cui si sta incartando il governo sono i banchi. Lo si sapeva e il momento è arrivato. “Sin qui, abbiamo consegnato BANCHI che in Italia venivano consegnati nell’arco di un intero anno scolastico. Addirittura siamo ricorsi a 11 aziende, perché la produzione che viene richiesta in genere avviene nell’arco di più anni. Stiamo facendo l’impossibile, poi criticateci pure…”. Così il premier Giuseppe CONTE, a margine della sua visita in una SCUOLA nella periferia di Roma. Un cronista chiede dei presunti appalti sospetti sui nuovi BANCHI, ”Non entro in una vicenda specifica di cui non conosco dettagli – replica il presidente del consiglio – ma vedrete che Arcuri risponderà in piena trasparenza, come ha sempre fatto”. 

Beh, signor presidente, nessuno contesta la criticità del momento, ma perché quando le imprese rispondevano al commissario straordinario che non si poteva da agosto a settembre in un solo mese dal bando, produrre milioni di banchi, qualcuno non ci sentiva? E perché, visto che si parla di trasparenza, l’8 settembre scorso la Fondazione Openpolis pubblicava un report nel quale si leggeva che “NON CI SONO PIÙ SCUSE PER NON PUBBLICARE I DATI SUI BANDI COVID“. “Il commissario Arcuri ha rigettato la nostra richiesta di accesso agli atti sui contratti pubblici stipulati durante l’emergenza. Con giustificazioni inaccettabili, ma anche in contraddizione con una recente sentenza del Consiglio di stato”.

Sono già tre, scriveva Openpolis, le richieste finora inviate al commissario Arcuri: 2 di accesso agli atti e 1 di riesame. Chissà, forse da allora qualcosa è cambiato così anche noi ci chiariamo le idee.

Ecco qui il servizio: https://www.lanuovapadania.it/politica/un-altro-segreto-di-stato-openpolis-arcuri-rigetta-la-richiesta-di-accesso-agli-atti-sui-bandi-covid/

Default thumbnail
Servizio Precedente

Covid: "Regione Lombardia efficiente". Granitica certezza...

Prossimo Servizio

Il Tar sospende ancora ordinanza Fugatti. Costa: mamma orsa Gaia è libera. Grazie Enpa e Oipa