Confindustria lombarda, il cremasco Buzzella nuovo presidente

Lettura 1 min

Francesco Buzzella è stato eletto all’unanimità presidente di CONFINDUSTRIALOMBARDIA per il quadriennio 2021-25. Nato nel 1968 a Crema e laureato in Economia all’Università Bocconi, Francesco Buzzella è amministratore di Coim e presidente di Green Oleo, aziende chimiche con un fatturato superiore ad un miliardo di euro e con 1.250 dipendenti. Inoltre, il neopresidente ha appena terminato l’incarico da presidente dell’associazione industriali della provincia di Cremona, ricoperta dal 2017 al giugno 2021. Il neopresidente nel suo primo discorso si è voluto concentrare sui giovani che si affacciano al mondo del lavoro, sulla transizione ecologica e sul territorio lombardo. Innanzitutto, Buzzella sottolinea la necessità di correggere il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro, puntando sui giovani talenti e sulla loro formazione, “portare l’Italia nel mondo significa esportare prodotti e importare cervelli e non il contrario”, ha precisato l’industriale. In seconda battuta, è stato affrontato il tema della transizione ecologica, da gestire “con pragmatismo e non facendosi trasportare dalle ideologie”. Infine, un plauso al sistema lombardo, definito “esempio di efficienza”, la cui forza, dice, “è quella di coniugare il pubblico con il privato”. All’incontro di presentazione sono intervenuti anche il presidente uscente di CONFINDUSTRIALOMBARDIA Marco Bonometti, il presidente di Regione LOMBARDIA Attilio Fontana e il presidente di CONFINDUSTRIA Carlo Bonomi. L’incontro è stato anche l’occasione per annunciare la nomina del nuovo segretario generale di CONFINDUSTRIALOMBARDIA, Dario Voltattorni, entrato in carica il 1° luglio 2021.

Servizio Precedente

Milano, l'affare sui morti Covid per vestire le salme

Prossimo Servizio

Salvini si smarca da tutto. Sconfessa il Recovery e parte l'affondo contro Draghi, Letta e Giorgetti. "Ce ne sono altre di personalità valide..."

Ultime notizie su Cronaca