Codacons, aprire indagine su fornitura vaccini Pfizer-Biontech

Lettura 1 min

Si è tenuto ieri “un importante colloquio” tra l’Antitrust Ue e il Codacons in merito al contratto siglato dall’Europa con Pfizer-Biontech “per le forniture di dosi di vaccino anti-Covid e le scorrettezze commesse dall’azienda farmaceutica, che come noto ha unilateralmente ritardato le consegne all’Italia. Il confronto tra l’Antitrust Ue e l’associazione è stato fissato per approfondire l’esposto per abuso di posizione dominante depositato contro Pfizer dal Codacons, in cui si chiedeva alla Commissione Europea di aprire una indagine sulla multinazionale”.

E’ quanto riferisce in un comunicato il Codacons. Secondo quanto si legge “nel corso dell’incontro, i Presidenti Codacons Carlo Rienzi, Gianluca Di Ascenzo e Marco Ramadori, hanno sostenuto la violazione dei diritti dei cittadini italiani ed europei – fruitori finali del vaccino – da parte della Pfizer, e la presenza nel contratto siglato tra l’Ue e l’azienda di clausole vessatorie in favore della multinazionale sui tempi e sulle modalità di consegna delle dosi di vaccino.

L’associazione ha poi sollecitato l’apertura di una approfondita indagine per il possibile abuso di posizione dominante, sottolineando come la possibilità di Pfizer di agire in modo indipendente e unilaterale sul mercato e in assenza di concorrenza, rappresenti la prova dell’illecito sanzionato dalle norme europee”. 

Servizio Precedente

L'abisso che separa la politica del Capitano dai bisogni del Nord

Prossimo Servizio

PROBLEMI REALI? Ponte Morandi, Rigopiano, Eternit... La battaglia dei familiari delle vittime contro la prescrizione

Ultime notizie su Cronaca