#Chisbagliapaga. Antenna 3, a Senzasconti il focus sugli errori lombardi. In studio con Bernardelli, l’avv. Gazzola e il direttore Piazzo

Lettura 2 min

“Nella pubblica amministrazione chi sbaglia non paga. E’ la fotografia del nostro sistema, vale per la giustizia così come per gli errori della burocrazia, dal fisco all’impazzimento degli adempimenti del mostro statale. Ai commercianti dico: chiedete i danni per i 10 giorni di mancato guadagno per l’imperizia di chi doveva diversamente regolare la vita della comunità”. Parla l’avv. Elena Gazzola, storico primo presidente nella storia del consiglio comunale con la nuova legge che elesse Marco Formentini sindaco (grazi alla legge 142 sulle autonomie locali). Lunedì sera l’avvocato sarà ospite di Roberto Bernardelli nella puntata serale di Senzasconti delle 22,00 su Antenna 3. A dibattere sul tema dalla sanità e dell’emergenza Covid anche il direttore de la nuova padania e de lindipendenzanuova, Stefania Piazzo. L’avv. Gazzola, che vive nel lodigiano, aveva a suo tempo denunciato l’abbandono di Codogno e dei comuni della zona rossa, l’assenza di un coordinamento anche a livello sanitario, dopo che era stata “abbandonata alla sola buona volontà individuale la soluzione dei problemi, per non parlare della totale assenza delle istituzioni. La paura – aveva a suo tempo denunciato – nasce non dalla paura di un contagio ma dalla profonda sensazione di abbandono, di solitudine istituzionale in cui si è lasciati”. Attualità di oggi.

“L’incapacità di governare l’economia, un territorio, di farsi carico delle proprie responsabilità, è tipico di questa classe politica e burocratica. Sono fatti della stessa pasta. Ai cittadini imprenditori dico – commenta Roberto Bernardelli, nella veste di conduttore del programma – dico di non lasciar correre. Chiedano i danni”.

Servizio Precedente

Toti come Giorgetti: no al voto, serve un Gabinetto di guerra

Prossimo Servizio

Lumbard Tas. Anche dopo Gallera, Lombardia is Italy, un errore dietro l'altro. L'impunità sovrana

Ultime notizie su Cronaca