“Chi l’ha visto” versus viceministro Sileri”: “Con sintomi lui in giro in trasmissione. Non ci aveva avvisati. Noi fatta quarantena” – Audio

Lettura 3 min

di Stefania Piazzo – Avete sentito l’ultima? Ce la racconta in diretta Federica Sciarelli in un inusuale Chi l’ha visto in onda stranamente il giovedì sera 26 marzo su Rai 3.

Il fatto, anzi, l’antefatto, è la positività del viceministro alla Salute, Sileri. Ma lasciamo che a parlare sia la brava collega di Rai 3.

“Benvenuti a Chi l’ha visto. E’ un giorno un po’ particolare per noi, è giovedì. E’ il primo giorno utile. Che cosa è successo? Che fino a ieri siamo stati in qualche modo “espulsi” ma nel senso che noi abbiamo deciso ovviamente come è giusto che sia di rispettare le regole. Andiamo in onda oggi perché è il primo giorno utile perché fino a ieri eravamo in un isolamento precauzionale, la sottoscritta con altri colleghi che erano qui quando c’era il viceministro della Salute Sileri, che è risultato poi positivo.

Lo ha comunicato in un post su facebook, ormai si usa così. Ha detto di aver avvertito tutti i suoi collaboratori e tutti quelli con cui era entrato in contatto. Noi Sileri in realtà non ci ha avvertiti. Abbiamo comunicato alla Asl che c’era un ospite appunto positivo. La Asl ha detto che per 14 giorni dopo questo incontro, non ravvicinato perché eravamo a distanza – abbiamo rispettato tutte le regole – dovevamo stare a casa, rischiando se andavamo a buttare la spazzatura 12 anni di galera.

Ora, che cosa è successo? Ovviamente le regole vanno rispettate per tutti. A meno che non cambino di giorno in giorno. Perché Sileri anche lui era stato in uno studio con il bravo giornalista Nicola Porro, che è risultato positivo. Porro lo ha detto subito il 2 marzo. Quindi secondo il regolamento che valeva per noi, Sileri forse non doveva andare negli studi televisivi dove è andato per esattamente 14 giorni fino quindi al 16 marzo.

Che cosa è successo? In una intervista sul Corriere della Sera, che non è stata smentita, del collega Fabrizio Caccia, Sileri dice “mercoledì 11 marzo accuso bruciore agli occhi, raffreddore e febbre e subito decido di autoisolarmi”. Se questo non sarà smentito vuol dire però che Sileri aveva la febbre ed è venuto nel nostro studio. Sapete che le regole adesso sono ferree, chi ha la febbre deve immediatamente comunicarlo , controllare che non sia a contatto con nessuno. Tant’è che questo è successo”.

Foto Sciarelli da sito Rai

Default thumbnail
Servizio Precedente

Tamponi, lo avevamo scritto: il no è del ministero, laboratori vietati. Ora Fontana ammette. E i suoi si svegliano: autorizziamoli!

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Zaia dichiara di avere la disponibilità di Israele per attuare un sistema di tracciamento della popolazione. Ma lo vogliamo davvero?

Ultime notizie su Cronaca