Che fine fanno i soldi dei frontalieri destinati ai Comuni italiani? L’inchiesta del Corriere del Ticino

6 Novembre 2023
Lettura 1 min

Inizia così l’inchiesta a firma di Davide Illarietti sul quotidiano svizzero Il Corriere del Ticino: “Il nuovo polo sanitario pagato con i soldi dei frontalieri, a Lavena Ponte Tresa, doveva essere pronto da un po’. Iniziato nel 2020, il cantiere si è bloccato durante la pandemia per un problema con la ditta appaltatrice. Concorso da rifare, risultato: ruspe ferme per tre anni. A marzo dovrebbero ripartire i lavori per un valore di circa un milione di euro, di cui 650mila forniti dalle tasse di chi ogni mattina fa la coda sul ponte della Dogana per andare a lavorare. È solo uno degli esempi – non il più facile – di come vengono spesi i ristorni dei frontalieri versati ogni anno dalla Svizzera all’Italia”.

E così si scopre che sui ristorni dei frontalieri versati dalla Svizzera all’Italia, “La lista degli importi girati ai Comuni e alle Province di confine non è difficile da reperire: è esibita come un vanto dal Pirellone, affamato di buone notizie in tempi di affanno economico. Il rendiconto di come questi soldi vengono spesi invece non viene reso pubblico – il Ministero dell’Economia e delle Finanza italiano fornisce una copia «riservata» al Cantone – e non resta che contattare uno a uno i fortunati beneficiari”.

Per scoprirlo basta leggere il servizio integrale e porsi, alla fine, più di qualche domanda.

https://www.cdt.ch/prodotti/la-domenica/ecco-dove-vanno-a-finire-i-soldi-dei-frontalieri-332790

credit foto shalev-cohen-7ABwvtJmGLs-unsplash.jpg

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Che strano, l’Italia è il Paese che cresce meno in Europa. Ocse: cala il reddito procapite, unico Stato del G7

Prossimo Servizio

Forniture a rischio negli ospedali. Pronta a esplodere la “bomba” payback

Ultime notizie su Cronaca

Il balletto del Superbonus

Il decreto Superbonus, su cui il governo ha posto la fiducia al Senato, è passato con il voto a favore di tutti i gruppi di maggioranza. La fiducia è stata approvata con 101
TornaSu