Castelli (M5S) shock al Tg2: Ristoratori in crisi? Cambino lavoro. Forse dovrebbe cambiarlo lei…

//
Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – E’ con profonda vergogna ed imbarazzo che pubblico questo articolo sulle frasi pronunciata dal viceministro all’economia Laura Castelli al Tg2. Quel taglio alla “Maria Antonietta”, in cui durante la guerra delle farine (erroneamente) secondo alcuni avrebbe detto… «Se non hanno più pane, che mangino brioche».

Se questo è l’approccio che il governo vuole dare alla crisi, molti imprenditori italiani forse farebbero bene a preparare le valigie ed andarsene da un Paese che non difende i propri cittadini, li inguaia e li lascia morire di stenti.

Forse si è capito la vera portata del Coronavirus, con tanto sapore di Shock Economy che fa morire i piccoli e fa fare affari milionari ai grandi.
Quanti saranno i ristoranti e gli alberghi, i bar, le enoteche, le caffetterie, in “svendita” a settembre? Chi ci guadagnerà? Cinesi? Americani? Multinazionali apolidi?

Che potranno fare shopping a discount, comprando a pochi soldi attività che hanno sofferto, ma resistito, ad altre crisi economiche di entità minore?

La risposta è talmente ovvia, che non ha alcun senso scriverla.
Eccolo il Coronavirus.

Servizio Precedente

VIDEO / Tentativo di manifestazione oggi contro il Governo a Roma. Bloccato il GRA per qualche minuto

Prossimo Servizio

VIDEO - AUTONOMIA, IN PIAZZA A MILANO E VENEZIA A 1000 GIORNI DAL REFERENDUM

Ultime notizie su Cronaca