Caso Marò: “Da 9 anni carne da macello per la politica italiana”

Lettura 1 min

“Da 9 anni sono costretta a parlare a nome di mio marito. A lui e’ stato fatto esplicito divieto di parlare pena pesanti sanzioni. Non puo’ nemmeno partecipare a qualsiasi manifestazione pubblica. E’ vincolato al segreto. E’ ora di chiedersi perche’ le autorita’ militari vogliono mantenere il segreto su cio’ che sa e vuol dire. Quello che so e’ che per la politica italiana siamo stati carne da macello. Presto Massimiliano si presentera’ alla procura di Roma”. Cosi’ Paola Moschetti, moglie di Massimiliano Latorre, all’ANSA sulla Corte Suprema indiana che ha ordinato la chiusura dei procedimenti a carico del marito e di Salvatore Girone. (

Servizio Precedente

Corte europea: le authority degli Stati possono agire contro Fb sulla privacy

Prossimo Servizio

Maturità, didattica a distanza ha compromesso preparazione di 7 studenti su 10

Ultime notizie su Cronaca