Carabinieri dei nas scoprono 305 medici no vax al lavoro. Farmacisti e infermieri sospesi ancora in attività

Lettura 1 min

Proseguono i servizi di controllo a livello nazionale svolti dai Carabinieri dei Nas al fine di verificare il rispetto dell’obbligo di vaccinazione da parte dei medici e degli operatori di interesse sanitario. L’attivita’ di controllo, avviata nel mese di novembre, ha consentito finora di monitorare 6.600 posizioni e di evidenziare, a oggi, 308 figure professionali del settore sanitario che avrebbero svolto la propria attivita’ sebbene inadempienti all’obbligo di vaccinazione per la prevenzione del Covid. Tra questi, i Nas Carabinieri hanno individuato e deferito alle Procure della Repubblica 135 tra medici, odontoiatri, farmacisti, infermieri e altre figure ritenute responsabili di esercizio abusivo della professione per aver proseguito lo svolgimento delle proprie attivita’ nonostante fossero oggetto di provvedimenti di sospensione emessi da Autorita’ sanitarie e relativi Ordini. In tale contesto di verifiche sono state inoltre eseguite chiusure e sequestri di 6 studi medici e dentistici nonche’ di 2 farmacie, al cui interno svolgevano l’attivita’ professionisti gia’ sospesi. Nell’esecuzione di tali interventi sono stati sequestrati anche farmaci e dispositivi medici fraudolentemente utilizzati nel corso di attivita’ e pratiche mediche da parte di soggetti non aventi titolo alla loro detenzione ed impiego.

Servizio Precedente

Per Fontana la Lombardia è principessa della sanità d'Italia. Presidente, ha mai provato i tempi d'attesa per una visita o per ritirare gli esami di un disabile appeso ad un filo?

Prossimo Servizio

Cresce il fronte per allungare le vacanze di Natale: "Rallentare Omicron"

Ultime notizie su Cronaca