Calenda a Salvini: No armi letali a Ucraina per difendersi? Che mandiamo, felpe?

27 Febbraio 2022
Lettura 1 min

“‘No alle armi letali’. Cosa dobbiamo inviare secondo Salvini delle fionde? Dei fucili a coriandoli? Delle felpe?”. Lo scrive su Twitter il leader di Azione Carlo Calenda commentando il no alle armi letali dell’Italia all’Ucraina pronunciato da Matteo Salvini. “Già sono insopportabili i distinguo e le furbizie su COVID o politica economica. Ma su politica estera e di difesa in tempo di guerra sono inaccettabili. Se Salvini non riesce a staccarsi da Putin se ne vada all’opposizione. E si assuma per una volta le sue responsabilità”, aggiunge Calenda. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Putin, “Massima allerta del sistema di deterrenza nucleare”. Lunedì colloqui Russia-Ucraina

Prossimo Servizio

Von der Leyen, stop transazioni Banca centrale russa

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu

Don't Miss