Braccio di ferro tra Germania e Italia sui migranti. Meloni tornerà a casa vincitrice?

3 Novembre 2022
Lettura 1 min

Il primo viaggio ufficiale del premier Giorgia Meloni in Europa è un vagone di programmi. Dal Pnrr all’energia, all’Ucraina ma ciò che più tiene banco è la questione sbarchi. L’Italia chiede che ciascuna nave ong che ha come riferimento un paese europeo sia presa in carico da quest’ultimo. Una ong tedesca deve essere una questione di Berlino e non di Roma. Ma la Germania risponde invece, e per iscritto, che «le organizzazioni civili impegnate nel salvataggio di migranti forniscono un importante contributo al salvataggio di vite umane. Salvare persone in pericolo di vita è la cosa più importante. Sulla nave Humanity 1, battente bandiera tedesca, ci sono 104 minori. Molti di loro hanno bisogno di cure mediche. Abbiamo chiesto al governo italiano di prestare soccorso».

Quindi il problema è italiano. Il salvataggio dei migranti della nave Humanitas è già un caso diplomatico? La Farnesina ha preso tempo, chiedendo «informazioni sulle persone presenti a bordo della nave, se vi siano persone vulnerabili e se sia stata già avanzata richiesta di protezione internazionale». Il vertice europeo avvierà una definitiva presa in carico di responsabilità da parte di tutti i paese europei e di Berlino, in primis, che non pensa che il problema sia anche tedesco?

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Puglia non vuole reintegrare i sanitari No Vax. Legge regionale avvallata da Corte Costituzionale

Prossimo Servizio

Fondazione Gimbe: monitoraggio dati Covid non più possibile per tutti

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu

Don't Miss