Bentornati a scuola ragazzi. A Genova restano senza banchi. Quelli vecchi sono già in viaggio per il Sudan?

/
Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – Mentre i banchi dismessi di Genova, vengono riutilizzati nei campi profughi in Sudan, per la bella iniziativa tra Music for Peace ed il PD, come comunicato in molte testate, alcuni studenti liguri restano senza. E’ questo il ritorno di alcuni studenti liguri, basiti, per aver trovato solo la seduta ad aspettarli il primo giorno di scuola.

Sui social, sta diventando infatti molto popolare l’istantanea in cui si vedono i ragazzi in ginocchio, a scrivere e studiare utilizzando la sedia come appoggio. La foto non è ancora stata “geolocalizzata” ufficialmente, ma sembrerebbe provenire proprio da Genova.

E la domanda, a molti cittadini, sorge spontanea.
Perchè dismettere i vecchi banchi prima dell’arrivo di quelli nuovi?
Perchè tutta questa fretta?

Semplice, perchè dovevano andare in Sudan, e velocemente. Tramite appunto l’iniziativa del PD e Music for Peace. Grazie a Claudio Chiarotti, come ha riportato il Fatto Quotidiano, è stato permesso all’associazione di entrare in contatto con i presidi delle scuole e ottenere il materiale, “dismesso”.

Giovanni Toti, presidente della regione, aveva fatto una dichiarazione sulla mancanza di mascherine e banchi per la ripresa dell’attività scolastica nel post-covid in Liguria: “c’è la sintesi plastica dell’importanza della parola autonomia. Su questi temi Regione Liguria non ha alcuna competenza, la scuola non è gestita da noi.”

Servizio Precedente

Amatrice, l'unica scuola d'Italia a non riaprire. Nomine in ritardo, e il dirigente scolastico rifiuta incarico

Prossimo Servizio

Ma il Pd pensa che debba cadere il Governo?

Ultime notizie su Cronaca