Balneari “salvi”, governo conserva concessioni sino a prossima riforma

Lettura 1 min

 Eliminare il termine del 31 dicembre 2023 ed escludere l’efficacia delle concessioni degli stabilimenti balneari fino al varo della riforma complessiva di settore. Lo prevede un emendamento di FdI (prima firma Mennuni) al decreto Milleproroghe, che – secondo quanto si apprende – dovrebbe essere tra i segnalati del partito. La proposta cancella l’attuale termine del 31 dicembre 2023 – fissato dalla legge sulla concorrenza e confermato dal Consiglio di Stato – per l’efficacia delle concessioni, stabilendo che “continuano ad avere efficacia fino all’approvazione della legge di riforma organica della relativa disciplina “.

Servizio Precedente

Boni versus Calenda

Prossimo Servizio

“Fatela finita con i medici a gettone”. Per Ugl Sanità da tracollo

Ultime notizie su Cronaca