Autonomia regionale. 5 anni per l’ennesima bozza. Per di più top secret. Nel frattempo Lega scivola al 15,8%

Lettura 1 min

 di Cassandra – “L’aspetto positivo e’ che si sia ricominciato a lavorare seriamente sull’autonomia e sulle modalita’ per arrivarci”. A dirlo e’ il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, rispondendo a una domanda sull’autonomia, dopo nei giorni scorsi il ministro agli Affari regionali, Mariastella Gelmini, ha detto che la legge quadro sara’ pronta a breve. “Ho avuto modo di sentire il ministro – ha aggiunto il governatore ma non ho visto il testo. Sono un po’ di giorni che chiedo di poterlo avere, mi ha detto il ministro che appena sara’ pronta me la inviera’ per poter fare qualche considerazione”. 

Ma non esisteva un tempo la conferenza Stato-Regioni? E dopo 5 anni dal referendum di Lombardia e Veneto e le promesse mancate della Salvini Premier, siamo ancora allo stadio iniziale? E che ne sarà del residuo fiscale del Nord, dettaglio da 120 miliardi di euro?

Nel frattempo le intenzioni di voto della Salvini Premier e in futuro federazione Prima l’Italia (senza Putin ovviamente) crollano al 15,8%. La discesa continua ma di questo passo si può fare ancora di meglio.

Servizio Precedente

Siamo ad un passo dal razionamento di ogni genere di consumo come ai tempi del ministero delle Corporazioni nel 1940?

Prossimo Servizio

La Lega contraria a espulsione dei diplomatici russi. Poi vota sì su armi vendute senza Iva

Ultime notizie su Cronaca