Assembramento di centinaia di giovani al Pincio con finale in rissa

Lettura 1 min

Un centinaio di giovani e un maxi assembramento in zona Pincio a Roma che poi si trasforma in rissa. E’ successo ieri sera nella capitale: un furibondo scontro scaturito, sembra, per futili motivi, aggravato dallo stato di alterazione dovuto dall’abuso di bevande alcoliche, ha poi portato all’arresto, nella tarda serata di ieri, a Roma, di 6 persone – tre uomini e tre donne di età compresa tra i 21 e i 33 anni Ad intervenire in via Carlo Grabau sono stati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, su segnalazione giunta al “112”: i militari hanno dovuto faticare non poco per sedare la zuffa, nel corso della quale i contendenti, tutti cittadini di vari paesi del Sud America, si sono affrontati anche con delle bottiglie di vetro.

Per due di loro sono state necessarie le cure del Policlinico Casilino, da cui sono stati dimessi con 5 e 8 gg di prognosi. I Carabinieri hanno, quindi, fatto scattare le manette ai polsi delle sei persone con le accuse di rissa e lesione personale aggravata. Nei loro confronti, inoltre, sono state elevate le sanzioni amministrative previste dalla vigente normativa ministeriale finalizzata al contrasto del Covid-19, poiche’ trovati in un luogo pubblico oltre l’orario prescritto senza valido motivo.

Servizio Precedente

VIDEO - Allarme valanghe nel bellunese, il sindaco e il governatore Zaia: non uscite di casa. Chiusa autostrada A27. Chiesto lo stato di crisi

Prossimo Servizio

La settimana di Fuoco del Conte Bis. Chi salverà Giuseppi?

Ultime notizie su Cronaca