Arretra la speranza di vita. Crollo al Nord

Lettura 1 min

L’evoluzione positiva della speranza di vita alla nascita tra il 2010 e il 2019, pur con evidenti disuguaglianze geografiche e di genere, e’ stata duramente frenata dal Covid-19 che ha annullato, completamente nel Nord e parzialmente nelle altre aree del Paese, i guadagni in anni di vita attesi maturati nel decennio. E’ quanto si legge nel Rapporto Bes dell’Istat, dove si spiega che nel Nord la speranza di vita  passa da 82,1 anni nel 2010 a 83,6 nel 2019, per scendere nuovamente a 82 anni nel 2020. Nel centro passa da 81,9 nel 2010 a 83,1 anni nel 2020 e nel Mezzogiorno da 81,1 a 82,2 anni, con perdite meno consistenti nell’ultimo anno (rispettivamente -0,5 e -0,3 anni). “È un arretramento non ancora concluso, e che richiedera’ tempo per essere pienamente recuperato”, commenta l’Istituto. 

Photo by pixpoetry

Servizio Precedente

Covid, algoritmo riconosce contagio dal colpo di tosse

Prossimo Servizio

Doveva andare tutto bene. Una famiglia su 4 diventa povera

Ultime notizie su Cronaca